Notizie

numero verde sos

 fenice banner

consultanoi

Blog pro-ana nel mirino, in cella chi fomenta i disturbi alimentari

E' questa la proposta di legge bipartisan che prevede anche la reclusione per chi promuova abitudini alimentari pericolose per la salute

 - Un reato che permetta di punire chi "istighi a pratiche alimentari idonee a provocare anoressia e bulimia". E' questa la proposta di legge bipartisan presentata a giugno, fra le altre, da Michela Marzano, Mara Carfagna e Valentina Vezzali. L'introduzione di questo articolo, il 580-bis, prevederebbe multe salate e addirittura il carcere per chi fomenti abitudini alimentari pericolose per la salute. 

Blog pro-ana nel mirino, in cella chi fomenta i disturbi alimentari

Nel mirino, come racconta il quotidiano "Libero", soprattutto la Rete. Molti infatti i blog (i cosiddetti siti "pro-ana" e "pro-mia") che si occupano di questi temi, dando consigli su come raggiungere la forma perfetta, intesa come la conquista dell'eccessiva magrezza.

Le pene previste dalla proposta di legge, per chi istighi a pratiche che possano portare ad anoressia e bulimia, arrivano fino a un anno di reclusione e con sanzioni pecuniarie che vanno dai 10mila ai 50mila euro. Pene raddoppiate nel caso in cui il reato sia commesso nei confronti di una persona minore di 14 anni.

 

Amici di Fenice Lazio

Sondaggio

Come pensi che sia il tuo rapporto con il cibo?