DCA

numero verde sos

 fenice banner

consultanoi

Nell'ambito del progetto “Le BUONE PRATICHE DI CURA e la PREVENZIONE SOCIALE dei Disturbi del Comportamento Alimentare” è stata definita la mappature delle strutture operanti sul territorio nazionale che si occupano a vario titolo di Disturbi del Comportamento Alimentare.

 

Vedi la mappa delle strutture dedicate ai DCA in Italia

 

Qui di seguito proponiamo un piccolo estratto.

 

Legenda dei simboli utilizzati:

Ambulatorio
Day Hospital
Ricovero Ospedaliero
Riabilitazione Residenziale

 

    Legenda in dettaglio a fondo pagina


 

ROMA - ASL RM/E - DISTRETTO XVIII - UOSD DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

IL TRATTAMENTO DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE L’Unità Operativa Semplice Dipartimentale – Disturbi del Comportamento Alimentare (UOSD DCA) è stata istituita il 1 marzo 2008 ed è articolata su due Poli Ambulatoriali.
La struttura opera all’interno di una rete di collaborazione con altri servizi dedicati al trattamento dei DCA sia su scala regionale che nazionale. La UOSD DCA fa parte dei cinque centri italiani coinvolti nella Ricerca Nazionale del Ministero della Salute e del Ministro della Gioventù “Buone pratiche per il trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare”.

La UOSD DCA è dedicata alla diagnosi e al trattamento di anoressia nervosa, bulimia nervosa, disturbo dell’alimentazione incontrollata e disturbo dell’alimentazione non altrimenti specificato.
L’approccio al trattamento è di tipo multi-professionale e garantito da operatori di diverse specializzazioni (psichiatra, internista, psicologo, dietista, educatore professionale, infermiere professionale).

 

U.O.S.D. Disturbi del Comportamento Alimentare

Polo Ambulatoriale S. Maria della Pietà
piazza S. Maria della Pietà 5 - 1° piano
tel. 06.6835.2804 - fax: 06.6835.2850
e-mail: uosd.dca@asl-rme.it
Orario: martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00; lunedì e giovedì dalle ore 8.00 alle ore 17.30.

Sito internet: http://www.asl-rme.it/index.php?p=1572
Sito internet:  http://www.asl-rme.it

 


 

ASL 2 dell’Umbria – Todi: Centro per la Cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare “Residenza Palazzo Francisci”

La struttura si trova all'interno di un antico palazzo di Todi circondato da un parco di alberi secolari, Palazzo Francisci, dove una equipe di personale specializzato (psicologi, pediatri, nutrizionisti psichiatri, fisioterapisti infermieri, dietiste) svolge un programma integrato che affronta in maniera intensiva la patologia. Tale struttura può rappresentare o il proseguimento terapeutico in ambiente protetto di una degenza ospedaliera acuta o una alternativa al ricovero stesso. La durata della degenza varia dai 3 ai 5 mesi.

La struttura è deputata al trattamento di pazienti con DCA (Anoressia, Bulimia, BED) dove sia insufficiente o inefficace il trattamento ambulatoriale e accoglie pazienti da tutto il territorio italiano.

Centro Disturbi del Comportamento Alimentare Palazzo Francisci di Todi.

Struttura residenziale, semiresidenziale e ambulatoriale ETAB-ASL 2

Responsabile U.O. Palazzo Francisci: D.ssa Laura Dalla Ragione

Direttore del Distretto Media Valle del Tevere: Dr. Stefano Lentini

Direttore amministrativo del Distretto Media Valle del Tevere Dr. Gabriele Cicioni

 Via Cesia, 65 - Todi 

Telefono: 075.8942577  -  075.8943302
Fax: 075.8943302

alle 8.00 alle 14.30.

Sito internet: http://www.ausl2.umbria.it/Mediacenter/FE/CategoriaMedia.aspx?idc=766

 


ASL 3 della Basilicata – Lagonegro: Centro per la Cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare e del Peso “G. Gioia” di Chiaromonte

Sulla base delle caratteristiche di gravità nonché sulla crescente domanda di cura riferita ai disturbi del comportamento alimentare e del peso,l’Azienda Sanitaria Locale di Potenza, Ex Ambito Territoriale di Lagonegro ha realizzato a Chiaromonte il Centro per i Disturbi del Comportamento Alimentare e del Peso; è la seconda in Italia ad aver ipotizzato e costruito una rete integrata di servizi per tale trattamento che prevede livelli di assistenza con un’ equipe unica di intervento.

Con  delibera n. 676 del 8.05.2006  e successivamente quella  n. 293  del 4.05. 2008   si costituisce  il centro DCA  di Chiaromonte (PZ) e successivamente  tale Centro viene individuato come centro di Riferimento Regionale per la  cura dei DCA.

Il Centro per la cura dei  Disturbi del Comportamento Alimentare e del Peso “G.Gioia” situato nel centro abitato di Chiaromonte(Pz) in Basilicata, dispone di spazi interni ed esterni tali da consentire lo svolgimento delle attività terapeutiche e riabilitative ai tre livelli assistenziali:Ambulatorio integrato,Day Hospital,Residenza Riabilitativa DCA e Residenza Riabilitativa Obesita’.

CENTRO DI RIFERIMENTO REGIONALE
PER LA CURA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO
ALIMENTARE E DEL PESO

"Giovanni Gioia" C/da S. Lucia -
Chiaromonte -Pz-

Num. Verde. 800 161315 - 0973/641257

Sito internet: http://www.anoressiabulimiachiaromonte.it/

 


 

  Brusson (Valle D'Aosta) - Casa per la salute della mente 

Nella struttura una equipe di personale specializzato (psicologi, psichiatri, infermieri, dietisti, educatori) svolge un programma integrato che affronta in maniera intensiva la patologia.

 
Tale struttura può rappresentare o il proseguimento terapeutico in ambiente protetto di una degenza ospedaliera acuta o una alternativa al ricovero stesso. La durata della degenza varia dai 3 ai 5 mesi.
 
La struttura è deputata al trattamento di pazienti con DCA (Anoressia, Bulimia, BED) dove sia insufficiente o inefficace il trattamento ambulatoriale e accoglie pazienti da tutto il territorio italiano.
 
Centro Disturbi del Comportamento Alimentare la Casa per la Salute della Mente
 
Indirizzo: Località Facucille,1 ,BRUSSON
Telefono: 0125/300037
Fax: 0125/301874
 

 Legenda dei simboli

  Ambulatorio

E’ il trattamento d’elezione e rimane il presidio terapeutico d’eccellenza nel 60% dei pazienti. E’ costituito da diverse figure professionali che garantiscono un approccio multiprofessionale (psicologico, psichiatrico, nutrizionale sia nella fase di prima valutazione che nel trattamento complessivo L’ambulatorio svolge inoltre una funzione di filtro diagnostico e terapeutico per i successivi livelli terapeutici ,in relazione agli elementi emersi durante la valutazione interdisciplinare. Durante il trattamento ambulatoriale è necessario che venga coinvolto attivamente il contesto familiare.

Day Hospital

Costituisce un'ulteriore fase della valutazione diagnostica, monitoraggio clinico multidimensionale e un’accurata analisi della motivazione al trattamento. Si colloca nella fase intermedia dove non è sufficiente il trattamento ambulatoriale ma le condizioni cliniche e psicologiche consentono una permanenza del paziente nella propria abitazione. Vengono effettuate attività psicologiche, riabilitazione nutrizionale (pasti assistiti o training di familiarizzazione del cibo), lavoro con la famiglia.
 

Ricovero ospedaliero (Salvavita)

L'assistenza ospedaliera si rende necessaria qualora le condizioni cliniche instabili rendano necessario il monitoraggio continuo dei pazienti. Viene assicurato un intervento integrato sia dal punto di vista internistico-nutrizionale (nutrizione artificiale) che da quello psicologico e psichiatrico con personale qualifificato e formato nella patologia specifica atto a motivare il paziente ad un successivo trattamento. Il trattamento ospedaliero salvavita dovrebbe terminare al momento del ripristino di condizioni cliniche stabili per poter continuare la riabilitazione in ambiente extraopedaliero.

Residenzialità e Semiresidenzialità Riabilitativa

Il trattamento residenziale e semiresidenziale è l’ambiente extraospedaliero dove deve svolgersi, secondo tutte le Linee Guida internazionali, la riabilitazione. La residenzialità può rappresentare il proseguimento terapeutico in ambiente protetto di una degenza ospedaliera acuta o un passaggio dal trattamento ambulatoriale qualora questo risulti inefficace. La durata della degenza varia dai 3 ai 5 mesi ed è tale da consentire un recupero ponderale o di compenso dell'equilibrio comportamentale, che possa essere accettato dal paziente. E’ necessario che l’offerta terapeutica e riabilitativa sia composta di diversi aspetti (lavoro psiconutrizionale individuale e di gruppo, pasti assistiti, attività motoria, lavoro con le famiglie, attività espressive e lavorative).

 

Amici di Fenice Lazio

Merceria AGO & FILO – di Michele e Laura - Via di Torrevecchia 269 – tel. 06.3051778

Sondaggio

Come pensi che sia il tuo rapporto con il cibo?