Attività

numero verde sos

 fenice banner

consultanoi

FENICE  -  Sezione  Lazio Associazione  per la cura e la riabilitazione
dei disturbi alimentari ONLUS
                    
Codice Fiscale 97541700585


                                         Relazione sulla missione al  31.12. 2009

I numerosi casi di giovani ed anche meno giovani alle prese con i DCAP (Disturbi del Comportamento Alimentare e del Peso) hanno spinto  diversi cittadini ad associarsi volontariamente per meglio svolgere un’azione di tutela, di informazione, di raccordo con le istituzioni, di monitoraggio sul territorio.
L’associazione Fenice Lazio Onlus si è  costituita  proprio per  rispondere alle esigenze ed alle istanze di questo tipo provenienti da genitori e da cittadini della provincia di Roma e di tutto il territorio della Regione alle prese o sensibilizzati nei confronti del problema dei DCAP.
Nel corso del  proprio primo anno di vita la Fenice Lazio ONLUS ha avviato e definito costruttivi rapporti di colleganza e di collaborazione con la ASL RM “E”  che hanno permesso di  istituzionalizzare la organizzazione di periodici incontri tra le  famiglie  toccate  dal problema e gli  operatori dei servizi socio-sanitari di DCAP: dal mese di novembre 2009,  infatti,  ogni primo lunedì del mese i genitori hanno la possibilità di incontrasi  gratuitamente con gli operatori del servizio pubblico per discutere ed affrontare  i vari aspetti della problematica in discorso.
La  Fenice Lazio ONLUS ha partecipato alla promozione e realizzazione della prima Consulta Nazionale della associazioni di DCAP che si è  svolta  a Bassano del Grappa il 3 ed il 4 ottobre 2009. All’evento erano presenti associazioni di Genova, Arezzo, Padova, Torino, Terni, Trento, Portogruaro, Carrara, Thiene, Bassano, Firenze, Udine. Si segnala in particolare come la Fenice ONLUS ed il suo Presidente abbiano rappresentato le altre associazioni della zona di Roma e di tutto il Sud d’Italia  ai lavori della suddetta Consulta.
La collaborazione tra Fenice Lazio ONLUS e le  Istituzioni sanitarie locali  ha portato alla progettazione  nel 2009 di  un  importante convegno nazionale,  che si è poi svolto a Roma il 5 marzo 2010 con il riconoscimento da parte del Ministero della Salute e la partecipazione di esponenti scientifici nazionali.
Si segnala che l’associazione ha realizzato un sito internet all’indirizzo wwwfenicelazioonlus.org nel quale sono riportate le iniziative, i programmi, l’organizzazione ed i contatti dell’associazione stessa.
Tutte le attività svolte fino ad oggi sono state rese possibile dai contributi di esperienze e di  risorse messi a disposizione in forma volontaristica dagli Associati, dai Componenti il Comitato Direttivo, dai simpatizzanti e sostenitori.
La Fenice Lazio ONLUS è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da quattro consiglieri e presieduto da un Presidente che rappresenta l’associazione. Nel corso dell’esercizio 2009 non sono stati corrisposti né appostati per competenza compensi per le cariche sociali.
Non sono presenti dipendenti né collaboratori coordinati e continuativi.
Dalla costituzione della Fenice  Lazio ONLUS e fino  al 31 dicembre 2009  si sono tenute circa dieci riunioni ordinarie dei soci e dei consiglieri, regolarmente verbalizzate.
Le risorse finanziarie reperite nel 2009 sono state costituite dai versamenti iniziali dei soci che hanno partecipato alla costituzione ed hanno approntato per l’associazione una dotazione iniziale, dalle donazioni ed elargizioni ricevute, dalla raccolta effettuata nel corso di una riunione conviviale di  autofinanziamento.
La gestione dell’anno 2009 si è svolta in condizioni di economicità, evidenziando un risultato gestionale complessivo positivo di Euro 624.
Sono state svolte con esito positivo le pratiche per il riconoscimento fiscale quale ONLUS ai sensi del D.Lgs 460/1997 come attuato dal Decreto Ministeriale n. 266 del 18.07.2003 e la Fenice Lazio ONLUS è stata iscritta, con effetto dal 16.04.2009 all’Anagrafe delle ONLUS.
E’ stata inoltrata domanda all’Agenzia delle Entrate per la iscrizione negli elenchi degli Enti destinatari del 5 per mille fiscale e tale idoneità è stata riconosciuta a partire dall’anno finanziario 2009.
La Fenice ONLUS si propone di continuare ad operare nel corso del 2010 implementando le iniziative già in corso ed intraprendendone altre che permettano alle famiglie di ricevere un’informazione adeguata  riguardante i centri territoriali a cui rivolgersi, le esperienze positive cui fare riferimento, la costituzione di gruppi di auto aiuto nella  gestione iniziale del problema e nel decorso successivo.
Per quanto riguarda gli obiettivi di medio e lungo periodo questi sono da perseguire  in relazione alle necessità di supporto ed assistenza evidenziatesi dagli esiti dei più recenti studi nella materia. Mentre infatti nel Lazio come nel resto d’Italia  si sta sperimentando un significativo e drammatico aumento  di DCAP, soprattutto  nella fascia compresa tra i 12 e i 25 anni, le risorse disponibili nel territorio romano e laziale sono largamente insufficienti per far fronte sia  alla predisposizione dei normali servizi ambulatoriali sia alla offerta, nei casi più gravi, di una assistenza in una struttura residenziale o semi-residenziale.
Paradossalmente la città di Roma, con una popolazione di circa  tre milioni di abitanti, non risulta dotata di una  autentica rete integrata territoriale in cui sia prevista una adeguata struttura  di tipo residenziale ed i  ragazzi romani che hanno improrogabili necessità sono inviati in altre regioni più attrezzate, con costi per le famiglie , perdita del contatto con la loro scuola, aggravio finanziario delle ASL di provenienza che pagano esorbitanti costi di convenzioni.
La Fenice Lazio  nel suo secondo anno di attività  profonderà i propri sforzi  anche per promuovere la realizzazione  per Roma e per il  territorio della Regione  di una struttura residenziale per far  fronte alle necessità più gravi dei giovani pazienti.

 

In fede.

Il Presidente del Comitato Direttivo
( Prof. Corrado  Stillo)

Amici di Fenice Lazio

Sondaggio

Come pensi che sia il tuo rapporto con il cibo?